mercoledì 1 giugno 2011

Gigioneggiamenti

Eccomi.
Durante la corsa dell'altroieri pensavo agli uomini, grandi e piccoli. I maschi, insomma. A come sono diversi dalle ragazze.
Cappuccetto Rosso quando ha un grissino, un dolcetto o una banana, ne offre sempre un pezzo a suo fratello, di slancio, generosamente, com se fosse strano non farlo, mentre il Piccolo Orco si degna rare volte di darne a lei solo un pezzettino minuscolo che si intravede con la lente di ingrandimento.
Il nonno Principe ieri è andato a prendere i bambini all'asilo e ha pensato bene di lasciare appoggiata sull'armadietto la sacchetta di Cappuccetto Rosso con dentro le sue mutande generosamente cosparse di cacca, cosicchè stamattina ho dovuto fare un lavoraccio infame che non raccomando al mio peggior nemico. "Ma come facevo a sapere che dovevo prendere la sacchetta, se non me lo dite?". Ma c'era veramente bisogno di dirlo?
Qualche giorno fa ho saputo che un ragazzo mio vicino di casa per tanti anni ha avuto un bambino dalla sua compagna e non l'ha riconosciuto, perchè lui in fondo un bambino non lo voleva.
Non parliamo poi del fidanzato di una cara amica, padre della sua bambina di pochi mesi, che per un miraggio di forti emozioni ha deciso di buttare a rotoli la sua famiglia e di lasciare la sua bambina senza padre, e neanche ha avuto il coraggio di iniziare il discorso.
A questo pensavo. Certamente gigioneggiare e lasciare all'asilo una sacchetta piena di cacca non è cosa grave, al contrario del lasciare un bambino senza papà.
E allora tutto sommato non posso certo lamentarmi dell'Orco, che oggi è stato veramente ma veramente mostruoso e ingrato, ed ha davvero un brutto carattere, irascibile e sgarbato com'è. So però che si occupa e si preoccupa di noi e del nostro benessere, in quanto famiglia.
Ecco, l'ho detto.
Sperando che non diventino "le ultime parole famose".
Biancaneve

2 commenti:

silvia.paperblog ha detto...

Buongiorno,
Ti contatto tramite commento perché non ho trovato nessun altro modo per farlo.
Vorrei farti conoscere il servizio Paperblog, http://it.paperblog.com che ha la missione di individuare e valorizzare i migliori blog della rete. I tuoi articoli mi sembrano adatti a figurare tra le pagine del nostro magazine e mi piacerebbe che tu entrassi a far parte dei nostri autori.

Sperando di averti incuriosito, ti invito a contattarmi per ulteriori chiarimenti,

Silvia

silvia [at] paperblog.com
Responsabile Comunicazione Paperblog Italia
http://it.paperblog.com

Stefano ha detto...

Mah...anche io rimango perplesso davanti a tanti amici (e sono tanti, non eccezioni!) che lasciano improvvisamente tutto...magari dopo anni di matrimonio o convivenza...bah..