mercoledì 15 giugno 2011

Cara Pollicina

Cara Pollicina,
è passato un anno da quando ci sei.
Quella notte il cielo era nuvoloso, il papà stava lavorando ma la mamma sospettava che saresti arrivata. E allora ha chiamato il nonno e si è fatta accompagnare all'ospedale, mentre la nonna restava con i tuoi fratellini e il papà scomodava mezzo mondo per arrivare in tempo.
Il cielo nuvoloso è diventato pioggia e al mattino sei arrivata.
E da allora hai riempito la nostra vita, anche se non lo sapevamo in quattro ci mancava qualcosa.
Oggi hai spento la tua prima candelina e hai avuto la tua prima torta di compleanno, una crostata con la marmellata di albicocche, dove hai affondato il tuo dito indice, quello che usi per esplorare il mondo. Hai aperto i tuoi regali , ma quello che ti è piaciuto di più è stato strappare la carta colorata.
Uno è un bel numero, intero e tondo, come le tue guance che attirano baci. Da un paio di settimane cammini, fai un po' di passi neanche tanto stentati per raggiungere quello che ti interessa, che spesso sono io, ed è bellissimo aspettarti mentre arrivi trionfante e ridi.
Ti ho allattato fino ad oggi, ma tu hai voglia di crescere e di mangiare i biscotti e allora da domani faremo colazione tutti insieme. Così la finirai di cercare briciole sotto il tavolo!

Buon compleanno Pollicina!
La tua mamma

2 commenti:

staserabrodino ha detto...

E il tuo papà
:-)

Stefano ha detto...

Bellissimo pensiero...sei proprio una mamma!