mercoledì 20 marzo 2013

L'altro lato della medaglia

Qualche giorno fa Biancaneve e l'Orco sono andati al colloquio con le maestre dell'asilo di Cappuccetto Rosso.
Cappuccetto Rosso a casa è chiacchierona e anche allegra, ma spesso lagnosa: "Pollicina mi ha preso questo, il Piccolo Orco mi ha preso quell'altro, mi ha tirato i capelli, mi sono fatta male qui, e anche lì, e ora che ci penso anche da quest'altra parte, i piselli non mi piacciono e voi fate sempre i piselli (???), e anche il minestrone, a me piace solo il riso in bianco e non lo fate mai, mi fai le coccole, voglio stare in brazzo, voglio stare in brazzo, vo-glio-sta-re-in-braz-zo!"
Ecco, questi sono dieci minuti con Cappuccetto Rosso.
Incuriositi, al colloquio Biancaneve e l'Orco si presentano in orario, forse anche in lieve anticipo, pronti a sentirsi dire, che sì, è brava, ma che lagna!
Ma aspetta aspetta passa mezz'ora e il teutonico e tutto d'un pezzo Orco, lievemente indispettito e con il cervello fumante decide di andarsene e molla la tollerante Biancaneve su una panchetta dell'asilo in attesa delle maestre, che finalmente aprono la porta e si beccano una Biancaneve tutto sommato sorridente, ma un po' indispettita anche lei.
La maestra Lara e la maestra MariaVittoria parlano a Biancaneve di una bambina sempre allegra, che non si lagna MAI, che non cerca mai le maestre per lamentarsi di chicchessia, che partecipa sempre con gioia ed entusiasmo a qualsiasi attività venga proposta.
Biancaneve pensa: "Non si lamenta mai? non le sgorgano fiumi di lacrime per un dito graffiato? Ma lo sanno che stiamo parlando di Cappuccetto Rosso? Forse mi confondono con un'altra mamma"
"Sì, è molto brava anche con la sua piccola, è responsabile, dirige il suo gruppo di amici come un capo vero, una trascinatrice, senza dare ordini a nessuno lei inventa giochi e storie e tutti la seguono. Un leader, insomma."
Sorprendente.
Biancaneve è uscita dalla porta ancora convinta che le avessero parlato di qualcun altro.


2 commenti:

sara b. ha detto...

ti posso assicurare che capita spessissimo...una personalità a casa ed una fuori.
I miei nipoti (7 anni il grande e 3 la piccola) con mamma e papà sono due piccole pesti.
con me (ZiaSara) due angioletti.

li ho portati a fare la spesa con me: il grande spingeva il carrello e la piccola inseriva dentro il carrello i prodotti acquistati.
a fine giro, hanno riposto i prodotti sul nastro e rimesso al suo posto il carrello.
sono stati meravigliosi e non hanno preteso nemmeno il chupa chupa.
con mamma e papà si sarebbero spinti, avrebbero urlato e piagnucolato.

ti posso assicurare che non li ho minacciati e/o "comprati" in nessun modo.

Il castello incantato ha detto...

Nella prossima vita cercherò di avere dei nipoti anch'io!